COMMENTI U.I.C.I. PDF Stampa E-mail

Beatrice Ferrazzano e Michele Corcio

Gentilissimi,

ancora molto vive  sono in tutti noi le forti emozioni vissute venerdì scorso, grazie alla vostra capacità   di  infonderci sicurezza e curiosità.

Siete stati bravissimi e indelebile resterà quell’esperienza così intensamente vissuta.

A qualcuno di noi, le ginocchia sbucciate dolgono ancora e si fa sentire l’acido lattico accumulatosi per i molti sforzi nei muscoli delle braccia e delle gambe.

La vita sedentaria ci costringe a mettere a dura prova la  muscolatura, specie quando non si è più molto giovani; ma l’esercizio di determinazione e caparbietà ci hanno fatto superare ogni difficoltà.

L’esperienza è stata particolarmente gratificante per i non vedenti (giovani e meno giovani), perché si sono sentiti i veri protagonisti del confronto con i limiti del non sapere e del non potere, almeno secondo alcuni correnti pregiudizi della gente comune.

E si sono sentiti vincitori sulla   paura di scivolare e di non poter prevedere le difficoltà del passo successivo.

Ma la vostra costante presenza, l’affettuoso incoraggiamento e le vostre braccia prontissime a soccorrerci ed accoglierci, ci hanno dimostrato che ogni pregiudizio può essere sconfitto.

A tutti, un riconoscente grande abbraccio.

 

<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<

Antonella

"Le emozioni, spesso, sono difficili da comunicare e da raccontare, bisogna viverle e bast!!!!

E se sono emozioni condivise lasciano le tracce sul viso di ognuno, nello sguardo scambiato e ricambiato del compagno che ha il suo significato e la sua unicità solo in quel contesto, solo in quella relazione...chiudo gli occhi e la vedo ancora, impressionante, viva, c'è sempre stata...l'anima pulsante della terra!"

Ragazzi come avrete notato ancora non mi riprendo dallo shock  scusate se vi scrivo solo oggi ma ho avuto bisogno di metabolizzare l'esperienza di ieri che è stata a dir poco meravigliosa.

Vorrei ringraziare ognuno di voi per aver messo a disposizione se stessi e le proprie competenze con naturalezza ed umiltà: siete straordinari!!!!

<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<

ANDREA CORCIO

"Salve, vi invio le foto della giornata di ieri con l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti, sezione Provinciale di Foggia.

Ancora grazie per la splendida giornata. Saluti"