Grotta MATTEO
E  FINALMENTE  ANDAMMO  A  MATTEO

Scritto da Umberto      Vedi foto

Dopo vari rinvii per maltempo ed impegni vari dall’una e dall’altra parte fissiamo per il ponte Pasquale ,ultime telefonate di conferma con Vito,forse viene solo non sa comunque fa lo stesso, ci diamo appuntamento per sabato 3 APRILE al casone AUSONETO  poi ancora  telefonate sono diventati 5  noi siamo sempre in 3, appuntamento come sopra.

Arriviamo per primi ,e mentre Maria  ne approfitta per crogiolarsi al sole , io e Cosimo ne approfittiamo per fare una piccola passeggiata a segnare il n° catastale a CATERPILLAR ( siamo di ritorno dopo solo  4 ore), poi la sera a cena tutt’insieme.

L’indomani mattina è PASQUA,  sveglia con calma,  colazione ed alle 11,00 siamo sulla grotta,  alle 12 circa si comincia, arma Cosimo.

Squadra mista Io, Maria, Cosimo, del G.S.D. Gaetano, Vito, Leo e Valentina del G.P.G. ed il  polemico Nicola del C.A.R.S.

Per gli amici del CARS e GPG, entusiasmo per la grotta, per noi la solita routine fino alla strettoia, la quale estasiata per le 5/6 paroline magiche, che (SUSSURATOLE) all’orecchio da me e da Gaetano  decide di cederci il passo, poi il fangosissimo meandro ed il pozzo successivo.

Fin qui tutto come nei miei ricordi, tranne che alla base dell’ultimo pozzo non è tutto bianco come ricordavo io, certamente meno fangoso ma sicuramente non pulito.

Comunque aspettiamo Gaetano e poi mentre gli altri cominciano a risalire, io cerco di procedere nella parte bassa del meandro e Vito in quella alta ma dopo pochi metri  siamo di nuovo fermi, un altro pozzo di circa 10 metri ci sbarra la strada, e ci rinvia tutti alla prossima puntata.

Al casone la sera cena, l’argomento è “L’OMISSIONE” dell’enorme quantitativo di fango dai miei ricordi.

Comunque missione riuscita la strettoia è allargata e la grotta continua.